Cerca nel blog

lunedì 16 gennaio 2012

Differenza tra cappotto esterno e cappotto interno

La letteratura tecnica descrive le diverse performance tra cappotto interno e cappotto esterno con una serie di tabelle prestazionali e grafici di condensa interstiziale solitamente di difficile comprensione a chi non si è mai trovato a doverli interpretare.
Così come sono molte le note pro e contro che vengono associate ad entrambe le tipologie di isolamento termico., come ho avuto modo di constatare sia di persona che a livello pratico i cappotti interni o intermedi alla struttura riescono difficilmente a correggere in modo opportuno i ponti termici strutturali, la situazione peggiora nettamente con tutte le applicazioni interne isolate che non danno continuità isolante su tutte le pareti fredde.

Tutta via In determinati contesti di ristrutturazione risulta impossibile realizzare un cappotto esterno e di sovente  può succedere di dover optare per entrambe le soluzioni, ovvero, ci si ritroverà con una parte di edifico isolato esternamente ed una parte isolato internamente.

Rimane difficile far comprendere al committente la diversità tra le due tipologie di isolamento termico e le diversità apprezzabili dal punto di vista termico che si andranno a creare,  ho quindi realizzato questo termogramma molto singolare che riprende un' abitazione di recente ristrutturazione la quale presenta entrambe le metodologie di isolamento termico.
Nella parte di fabbricato a sinistra è stato realizzato un cappotto esterno in EPS grafitato di 15 cm, mentre la parte destra è stata isolata internamente con uno spessore congruo ai fini del rispetto di termini di legge.


Purtroppo non conoscendo le temperature interne dei vari vani della casa rimane approssimativa la valutazione della funzionalità in termini di differenza di temperatura di entrambe le soluzioni isolanti, rimangono però evidenti i ponti termici strutturali presenti nella parte destra e relativi a travi in CA e canna fumaria.

La presente soluzione isolante è comunque stata realizzata a regola d'arte limitando al minimo i ponti termici strutturali non eliminabili con un isolamento interno.
Questa immagine può aiutare un committente nella comprensione delle differenze termiche tra cappotto interno e cappotto esterno.


Nessun commento:

Nuove alleanze e nuovi mercati

Il lavoro del termografo non si ferma mai, ma si evolve nel tempo. Per questo principio, ho siglato un alleanza lavorativa con la DarkWave ...